Costumato e piacevole e di belle maniere

Standard
Sono situazioni come quella odierna, in cui ti rendi conto che essere NON affettatamente gentili ma semplicemente civili è inutile, in cui percepisci con nettezza che ciò che conta è farsi strada con i pugni e che chi insulta e umilia è temuto ergo rispettato, che mi fanno andare con la mente ad una frase del Dialogo II della Cena de le ceneri del mio Giordano Bruno – che il Nolano riprende dalla Satura III, verso 300, di Giovenale:

Rogatus tumet, pulsatus rogat, pugnis concisus adorat.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...