Whitman e Lisbona

Standard
Ripensando a come ti si apre il cuore a giungere a Praça do Comercio in un Ferragosto di luce meridiana… mi vengono in mente alcuni versi di A song of joys di Walt Whitman (da Leaves of Grass). E mi vengono in mente a conclusione di una settimana in cui il vento (come le persone…) taglia il viso e la luce chiude gli occhi.
 
O to realize space!
The plenteousness of all, that there are no bounds,
To emerge and be of the sky, of the sun and moon and flying
clouds, as one with them.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...