Musa di nessuno

Standard
Mi hanno sempre allontanato dagli Afterhours la spocchia, la voce stridula e i capelli di Manuel Agnelli… ma ora qualcosa è diverso – forse sono cambiata io? – e mi capita di ascoltare le loro canzoni, che prima schifavo recisamente.
In questi ultimi giorni mi sento sintonizzata con Musa di nessuno (da I milanesi ammazzano il sabato, 2008)… ne riporto alcuni stralci:
 
So che è deciso già
Da mani che hanno fame di andar via
C’è così poco intorno a te
Che lo rivuoi…
 
Musa di nessuno come sei
Che non sai di niente, ma di te
Che mi guardi e io non capirò
Io che non so…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...