Vetrine

Standard

Camminare come una turista per Bari un pomeriggio di giugno.

Percorro una curva
Inciampo nella confusione
Scendo per il viale
E tutta la città mi tende la mano
Seguo una strada a piedi
La gente passa di fretta, parlando
Di fronte c’è il fiume e
I gabbiani volano all’orizzonte

Solo il tuo amore è così reale…

Ci sono vetrine, strade
E il segnale non ferma l’attraversamento
Ci sono mille persone
Che attraversano nella vita reale le disillusioni
Emigrati, zingari
Un giorno normale
Come la brezza sul fiume
Che di sera si sente alla fine a Lisbona

Solo il tuo amore è così reale…

Gente che passa, a cui viene rubata la tranquillità
Gente che ingrossa le file della disoccupazione
Sono commercianti, poliziotti, banche, giornali
Come le barche che passano
Così vicine, così piene
Quando partono dal molo

Solo il tuo amore è così reale…

(Questa è la mia traduzione di Montras, un pezzo fado scritto da Pedro Campos, che io conosco nella versione di Mariza. Si può ascoltare su: http://www.youtube.com/watch?v=ppgim8oQbDc )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...