Tra Dante e gli Afterhours

Standard
Da domenica mi martella il cervello questa canzone degli Afterhours, Pochi istanti nella lavatrice (da I milanesi ammazzano il sabato, 2008): mi auguro che pubblicarne il video sul mio dazibao possa servire ad allontanare da me questo calice… Manuel Agnelli, va bene che abbiamo la stessa acconciatura, ma… esci da questo corpo!

Io sono senza pace / E se non ti piaccio più, per che cosa piangerai? / Io sono senza voce / Per cos’altro mi vorrai? / Per cos’altro mi terraaaaaaaai?

   

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...