Due parole su Tolstoj

Standard

Di un pessimismo troppo acuto e insistito per essere convincente, La sonata a Kreutzer di Tolstoj. L’unica considerazione che mi viene da fare è quella che si adatta pure alla Gerusalemme liberata, ossia: più tenti di liberarti del sesso, più diventi morboso. Certo, ci sono delle frasi di una pesante attualità per quanto riguarda la serpeggiante idea del mercato matrimoniale – o del matrimonio come mercato -, una delle quali riporto qui:

«Sanno bene [le donne] che tutti noi mentiamo parlando degli elevati sentimenti, che tutti gli uomini hanno solo bisogno del corpo, e perciò perdoneranno ogni schifezza, ma non un abito malfatto, inadeguato e di cattivo gusto.»

Una risposta »

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...