Nel mio scrigno

Standard

Il testo di questa canzone è il pensiero (aurorale) per il compleanno di una persona che non passerà più da questa pagina.
Sicuramente si riferisce al mondo della musica, dello spettacolo, ma penso ci siano delle frasi che rispecchiano la vita di molti di noi, il modo di intendere i rapporti e le aspettative che ne scaturiscono.

Perturbazione, Nel mio scrigno, da Pianissimo fortissimo (2005)

In mezzo ai palchi luccicanti che hai davanti c’è anche il mio
Sembra d’ottone accanto a tutto questo oro
Ma non è detto che se brillano non siano delle trappole
Non è detto che nascondano un tesoro

Però invecchiare insieme a me dev’essere un’idea terrificante
Un nucleo denso di contraddizioni, nodi, debiti, ammissioni a denti stretti
E improvvisamente gli anni contano di più
Sono iniziati i saldi ai grandi magazzini
E le certezze vanno a ruba di ora in ora

I desideri nel mio scrigno sai che non sono i tuoi
Ti prego, scusami, se puoi

Comodo restarmene disteso a dispensar consigli
Proprio come se ti avessi in pugno –
Ma i mesi passano e i dubbi restano
E l’attenzione è un distillato che ti vendo un po’ più caro del giorno prima

In mezzo ai palchi luccicanti che hai davanti c’è anche il mio
Mi piacerebbe tanto crederci davvero
Ma nel profondo si fa strada un’altra voce e non dà pace…

E i desideri nel mio scrigno sai che non sono i tuoi
Ti prego, scusami, se puoi…

»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...