I blog degli altri, parte VI

Standard

Ci sono giorni in cui lo sguardo è muto, la prospettiva cupa. Ci sono giorni in cui mi sento come Federica Sgaggio nel suo post (leggibile per intero qui):

“Stanca, sfinita, rabbiosa.
Come quelle volte in cui le palpebre si mangiano il trucco sugli occhi, che esce di casa che le sembra di essere a posto e torna che si sente l’aspetto una vecchia laida e patetica.
Stanca dopo mesi di stupidi combattimenti.
Stanca di pensare che i suoi combattimenti non siano un cazzo, un niente; che non siano che una cazzo di inezia, di fronte ai problemi veri della vita. […]
Possono veramente quei  dieci capelli grigi farti stare male?
Possono, i desideri non realizzati?
Pensa a quelli che hai realizzato, invece.
Pensa a quanti vorrebbero avere le cose che hai tu.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...