Aforismi sparsi

Standard

Credo di aver confezionato un post molto simile lo scorso agosto. Non so spiegarne le ragioni: magari è perché d’estate riemerge la mia propensione al pensiero breve e folgorante; oppure perché (più verosimilmente) scopro di avere la scrivania ingombra di mini-ritagli di giornale e decido di dar loro una sistemata, concettuale oltre che fisica.
E dunque ecco qualche bel pensiero raccolto da svariati numeri del domenicale del “Sole 24 Ore”, da (mi sembra) aprile in qua.

– Bach è l’Essere, Mozart è l’Accadere, Beethoven è il Divenire. (Wilhelm Furtwängler)

– Ci vogliono il tuo nemico e il tuo amico insieme per colpirti al cuore: il primo per calunniarti, il secondo per venirtelo a dire. (Mark Twain, Seguendo l’Equatore)

– Ciascuno è responsabile delle proprie affinità elettive più di quanto lo sia dei suoi matrimoni di interesse. (Daniela Ranieri, Aristodem)

– Alcune persone mi odiano perché mi conoscono, altre perché le conosco. (Vasile Ghica)

– L’uomo è composto da puntini di sospensione. (Fernando Menéndez)

– Ingannò senza mentire: fece politica. (Guillermo Puerto)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...